PAUMANOK
Dicono alcuni che finirà nel fuoco
il mondo, altri nel ghiaccio.
Del desiderio ho gustato quel poco che mi fa scegliere il fuoco.
Ma se dovesse due volte finire,
so pure che cosa è odiare,
e per la distruzione posso dire
che anche il ghiaccio è terribile
e può bastare.


ROBERT FROST, Fuoco e ghiaccio

X CLOSE
+
              Home    Message Archive Theme

quante foto che non potrò fare!! che tristezza

View Photoset
0 note

cari ragazzi sono veramente soddisfatto di voi. Potete andare fieri della vostra prestazione odierna. tutti in distintamente!

Tanto lavoro, momenti di sfiducia e di scoramento, anche da parte mia, che ho nascosto cercando sempre di incoraggiarvi con la piena consapevolezza che avremmo portato egregiamente la nava in porto… ora vi rimane dentro quell’applauso e credetemi quella è la droga del teatro da cui difficilmente riuscirete a liberarvi.

Sapete che la scalata è durissima ma da oggi non potete più fare a meno di quell’applauso…

IO CI HO SEMPRE CREDUTO IN VOI E HO SEMPRE DETTO CHE CE L’AVRESTE FATTA.

A pensare di come eravate alla partenza e come siete cambiati… in questo periodo che siamo stati insieme mi riempie d’ orgoglio. ma come vi dicevo lo sapevo… vedevo le vostre faccie incredule, impaurite ma il lavoro lento e difficile ha dato i suoi frutti.

ci sei, ti sento vicino e per questo ti ringrazio, ma che vuoi da me?

È brutto quando non riesci a trovare qualcuno che ti ascolta e ti sta vicino quando provi uno strano dolore

Hanno girato il mondo per potermi regalare questo! Regalo stupendo, grazie!

Garzoncello scherzoso,
cotesta età fiorita
è come un giorno d’ allegrezza pieno,
giorno chiaro, sereno,
che percorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo’; ma la tua festa
ch’ anco tardi a venir non ti sia grave

Il sabato del villaggio, Leopardi

Lucia, nuova 18 enne, ti dedico questi versi. Ti voglio bene

Come viaggiatore in un territorio selvaggio, sono affiancato dalle mie stesse pastoie o da quelle di qualunque tempo. Allora, come in questo momento, mi sento libero, non più prigioniero di un’ epoca, ma come un antico argonauta che sonda le profondità e scala le vette dell’ignoto, assorbendo tutto ciò che è nuovo in questo vago e immenso mondo.

La danza dell ultimo bisonte_ Michael Blake